Geom. Lorenzo Cassirà
. Sei in >> Brochure - Baglio Benuara  pag. 1 di 5

Visualizzazione ingrandita della mappa
| Copyright 2012 Geom. Lorenzo Cassirà - Tutti i diritti riservati |
E-Mail: info@studio-lcassira.it | Policy Privacy | Legal Notes >> Appartamenti / Apartment >> Ville Singole / Villa >> Case a Schiera / House Property >> Ville d’epoca / Ville Vintage >> Centro Storico / Historic Center >> Fondi Rustici / Terreni / Land >> Investimenti Immobiliari VENDI & AFFITTI ? - Casa - Fondo Rustico - Locale Commerciale - Locale Artigianale - Capannoni Industriali :: Proprietario Immobile :: Società Immobiliare :: Costruttore Edile :: Agenzia Immobiliare SELL & RENTALS ? - House property - Farmhouse | Land - Warehouses - Local crafts - Industrial buildings :: Property owner :: Real Estate Company :: Construction Company :: Real Estate Agency CERCHI CASA ? :: Informazioni sul servizio per chi deve acquistare HOMES FOR SALE & HOUSES FOR RENT ? SO YOU PLANNING BUY OR TO RENT HOUSE IN SICILY ? :: Information on this service for those who must buy >> Affitti / For Rent
CENNI STORICI Lo sguardo sul paesaggio dell’agro ericino consente di scorgere sulle creste delle colline, spesso in posizione dominante, imponenti edifici rurali che prendono il nome di masserie, bagli e cascine. Questi edifici furono costruiti al servizio di grandi aziende specializzate nella trasformazione dell’uva e delle olive in vino e olio, o al servizio di aziende cerealico- zootecniche. La costruzione rispondeva a diverse esigenze dei grandi proprietari, tra cui quella della sicurezza, infatti nelle campagne è da sempre presente il pericolo dovuto alla presenza di briganti. Ciò spiega come questi edifici abbiano a volte l’aspetto di una fortezza con il muro alto e di grosso spessore, nel quale si apre un solo portone d’ingresso assai robusto e spesso rinforzato mediante l’applicazione di lastre metalliche chiodate per difenderlo da eventuali tentativi di darlo alle fiamme. Altra caratteristica di fortezza è data dalla presenza di poche e piccole finestre munite di grate di ferro molto elevate; e da feritoie nascoste (saettiere) dalle quali poter dare fuoco con le armi. Queste strutture servivano anche a ricevere, conservare e trasformare i prodotti agricoli dell’azienda in attesa di portarli al più vicino mercato per la vendita, e fungevano da abitazione o dimora del personale fisso e temporaneo alle dipendenze del proprietario. Come detto, il cortile interno caratterizza masserie, bagli e cascine. Nei più grandi si trovano due cortili, uno di pertinenza dell’abitazione padronale, l’altro degli edifici rustici, comunicanti tra loro e con l’esterno. L’ingresso di solito è costituito da un grande portone ad arco in ferro o in legno e immette in un sottoportico (turchettu), nel quale si trova uno o due rudimentali sedili in pietra addossati alle pareti. Il portale ad arco è costituito da blocchi squadrati di pietra dura o in mattoni, sormontato in quelli sorti prima dell’abolizione della feudalità (1812) dallo stemma nobiliare della famiglia.  Al centro del cortile, pavimentato con lastre di pietra (basolato), vi è quasi sempre un pozzo o una cisterna. Lungo i lati del baglio si sviluppano gli edifici adibiti a usi e funzioni diversi. Si trattava dunque di grandi aziende agricole. Non sempre i proprietari terrieri le abitavano, infatti all’interno si trovavano anche gli alloggi dei contadini, le stalle, i depositi per foraggi e i raccolti. Nel sud queste aziende sono denominate bagli e la loro nascita fu spesso un prodotto della colonizzazione baronale di vaste aree interne abbandonate e incolte, nei secoli tra il Cinquecento e il Settecento, quando la Spagna, necessitando di grandi quantità di cereali, aveva stabilito la concessione di una "licenza di ripopolamento" (Licentia populandi), tramite la quale i nobili siciliani arrivarono a fondare dei veri e propri villaggi nei dintorni  della  costruzione originaria. Lo storico Morando ha dedicato uno studio approfondito alla parola baglio la cui etimologia risalirebbe all'antica Grecia con il significato di "lanciare pietre e giavellotti”. Nel periodo romano, il termine divenne baille in Francia, con il significato di "luogo chiuso ma scoperto con peculiarità difensive", mentre in Inghilterra si trasformò in bailey con il significato di "mura esterne di un castello", "corte delimitata da mura". In tempi più recenti in Sicilia, con baglio s'indica il cortile interno delle masserie (fattorie) mentre nella provincia di Trapani ha assunto il significato di fortino senza mai assumere le connotazioni di un castello. Il baglio di provenienza proprietà Vincenzo Tosto, costruito alla fine dell’800 e inserito in un aggregato di fabbricati rurali, presenta una configurazione architettonica essenziale tipica di un’azienda agricola a conduzione diretta. (*) Progetto di Fattibilità redatto dalla ditta proprietaria. >> Appartamenti / Apartment >> Ville Singole / Villa >> Case a Schiera / House Property >> Ville d’epoca / Ville Vintage >> Centro Storico / Historic Center >> Fondi Rustici / Terreni / Land >> Investimenti Immobiliari / Investments >> Affitti / For Rent