Geom. Lorenzo Cassirà LINK
.
SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO D.LGS.  N°81/2008 E S.M.I. Procedure standardizzate per la Valutazione dei Rischi “D.V.R.”.  Con Decreto Interministeriale del 30/11/2012 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.285 del 06/12/2012 il documento approvato dalla Commissione consultiva, che ai sensi dell'art.29, comma 5 del Decreto Legislativo n°81/2008, le aziende fino a 10 dipendenti,  la valutazione dei rischi deve essere effettuata mediante le procedure standardizzate e deve essere utilizzata la modulistica allegata al D.M. 30/11/2012. Il Senato nella seduta del 21/12/2012 approva un emendamento inserito nella legge  di “stabilità”, una proroga al 30/06/2013 il termine entro il quale le aziende fino a 10 lavoratori possono utilizzare l'autocertificazione dell'avvenuta valutazione dei rischi (D.V.R.). Vai alla pagina delle proposte ....... | Copyright 2012 Geom. Lorenzo Cassirà - Tutti i diritti riservati | La redazione di tale documento di valutazione dei rischi nel rispetto dell'art. 17, 28 e 29 del D.Lgs. N° 81/2008, effettuare la valutazione sulla base della procedura standardizzata è responsabilità del datore di lavoro che coinvolgerà i soggetti, in conformità a quanto previsto dal Titolo I, Capo III, e in relazione all’attività e alla struttura dell’azienda. Soggetti coinvolti:  1. Datore di Lavoro;  2. Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP): artt.31, 33 e 34 D.Lgs. 81/08 s.m.i.;  3. Medico competente (ove previsto): artt.25 e 41 D.Lgs. 81/08 s.m.i.;  4. Rappresentante Lavoratori per la Sicurezza(RLS)/ Rappresentante Lavoratori per la Sicurezza Territoriale (RLST): artt. 18, 28, 29 e 50, D.Lgs. 81/08 s.m.i.;  5. Lavoratori: art. 15 comma 1 lett. r) D.Lgs. 81/08 s.m.i.;  6. eventuali altre persone esterne all’azienda in possesso di specifiche conoscenze professionali (art. 31 comma 3 D.Lgs. 81/08 s.m.i.).   a) Art. 29 comma 5 – Aziende che occupano fino a 10 dipendenti; b) Art. 28 comma 6 – Aziende che occupano fino a 50 dipendenti (procedura facoltativa), e con i limiti di      cui al comma 7. Si ricorda che le aziende devono essere già in possesso della seguente documentazione, di seguito una lista non esaustiva di adempimenti minimi per le Piccole e Medie Imprese (PMI), con l'ipotesi del datore di lavoro coincidente nella figura del Responsabile del Servizio di Protezione e Prevenzione (RSPP):  1) Datore di Lavoro e Responsabile del Servizio di prevenzione e protezione: a) Attestato rilasciato da enti autorizzati; b) Dichiarazione di svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti del servizio di prevenzione e protezione – art. 34 d. Lgs. 81/08; c) Verbale di riunione periodica almeno una volta l'anno (per aziende con più 15 lavoratori); d) Informazione ai lavoratori; e) Formazione ai lavoratori (corsi interni e corsi esterni), anche il datore di lavoro può formare i propri dipendenti sui rischi specifici esistenti all'interno dell'azienda;  2) Sorveglianza Sanitaria (ove previsto);  3) Gestione delle Emergenze: a) Nomina di un lavoratore e/o di una squadra formata da più lavoratori,  al Servizio di Primo Soccorso, con lettera di nomina e controfirmata dal lavoratore; b) I lavoratori devono essere in possesso degli attestati di formazione al servizio di Primo Soccorso; c) Il Datore di lavoro ove possibile può auto nominarsi al servizio di primo soccorso  4) Prevenzione incendi: a) Nomina di un lavoratore e/o di una squadra formata da più lavoratori,  al servizio di prevenzione incendi, elaborando il piano di emergenza e di evacuazione, con lettera di nomina e controfirmata dal lavoratore; b) I lavoratori devono essere in possesso degli attestati di formazione antincendio che in funzione dell'attività svolta si suddividono in rischi “basso”, “Medio”, “Alto”; c) Il Datore di lavoro ove possibile può auto nominarsi al servizio di prevenzione incendi;  5) Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza: a) Nomina diretta da parte del datore di lavoro con lettera controfirmata dal lavoratore; b) Elezione diretta da parte dei lavoratori con stesura del verbale della elezione; c) Elezione con voto da parte dei lavoratori con stesura del verbale della elezione; d) Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza territoriale (si può fare ricorso a tale figura esterna all'impresa, qualora all'interno della propria azienda non è stato eletto o designato il rappresentante dei lavoratori per la sicurezza).  6) Checklist – Indicatori stress lavoro correlato: (questionario compilato da ogni lavoratore). Lo scopo della valutazione del rischio stress lavoro correlato è quello di guidare e sostenere datori di lavoro e lavoratori nella riduzione del rischio attraverso l’analisi degli indicatori oggettivi aziendali e l’eventuale rilevazione delle condizioni di stress percepito dai lavoratori;   7) Lettera consegna (DPI) dispositivi di protezione individuale;  8) Planimetria dei locali;  9) Dichiarazione di conformità degli impianti: (D.M. 37/2008 ex 46/1990) denuncia all'INAIL (Ex ISPESL) e Unità Sanitaria Locale di competenza, dell'impianto messa a terra e/o protezione contro le scariche atmosferiche; Lo STUDIO TECNICO Geom. LORENZO CASSIRA’, propone alla propria clientela, la consulenza e supporto nella redazione di tale documento di valutazione dei rischi nel rispetto degli art. 17, 28 e 29 del D.Lgs. N°81/2008, effettuare la valutazione sulla base della procedura standardizzata, in relazione all’attività e alla struttura dell’azienda: Sopralluogo in azienda per la verifica dei locali; Verifica di tutta la documentazione già redatta (in vostro possesso); Redazione e/o aggiornamento della documentazione prevista; Redazione degli elaborati grafici; Redazione del Documento di valutazione dei rischi (D.V.R) con le procedure standardizzate. Per informazioni e preventivi per la redazione del documento di valutazione dei rischi con le procedure standardizzate utilizzate i sottostanti link ORGANIGRAMMA DELLA SICUREZZA Qui di fianco potrete stampare uno schema semplificato dell’organigramma della sicurezza per la verifica delle figure e dei compiti nella vostra azienda, CLICCA sull’immagine. Sei in >> Info & News >> DVR - Procedure Standardizzate - pag.1 29 gennaio 2013 PROCEDURE STANDARDIZZATE Vai alla pagina dei contenuti generali delle procedure standardizzate suddivisi per moduli come da Decreto Interministeriale............... CLICCA QUI.
E-Mail: info@studio-lcassira.it | Policy Privacy | Legal Notes SERVIZI on-line |                                                                                           | SERVIZIO CLIENTI